Agriturismo e fattoria didattica | Agrigra
16695
page-template-default,page,page-id-16695,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-9.1.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
 

Attività

La Storia

Nel 2009 Sara conosce Francesco, piccolo aspirante agricoltore locale e con lui decide di unire le forze per riportare i terreni della Pedemontana del Grappa alla loro reale vocazione, il pascolo.

 

L’idea è quella di creare un modello di allevamento che possa trovare una forma il più possibile equilibrata e rispettosa della biodiversità locale.

 

Polli e maiali allevati allo stato brado secondo le tecniche biodinamiche e permaculturali con una particolare attenzione all’alimentazione di questi animali che nell’agricoltura tradizionale risulta di impatto devastante per i territori a causa della programmazione prettamente monocolturale.

Fattoria Didattica

Asilo nel Bosco:

Percorsi tematici e attrezzati per bambini delle scuole di ogni ordine e grado. Proponiamo attività nella natura per le scuole e gruppi di famiglie nella consapevolezza e fiducia che questo sia l’ambiente di vita, di gioco, di crescita migliore e più salutare per bambini più o meno cresciuti.

 

Attività assistita con Asini:

Trekking someggiati per famiglie e gruppi alla scoperta del Grappa e dei suoi tesori, rievocazioni storiche sui luoghi della Grande Guerra in compagnia dei nostri fedeli amici, esperienze educative comunicative nella cura e relazione con l’asino.

 

I Doni del Grappa:

Riconoscere e trasformare tutti i meravigliosi doni che il massiccio del Grappa custodisce per Noi, per ritrovare l’Armonia ed il Benessere rispettando i ritmi ed i tempi della Natura di cui siamo parte.

Fare Rete

Il territorio pedemontano è fortemente urbanizzato e per salvaguardarne la biodiversità pensano di creare una sempre più stretta RETE di collaborazione tra piccoli produttori locali, già produttori di cereali e proteine vegetali.

 

“Noi garantiamo l’acquisto della produzione, mentre loro si impegnano a garantire la rotazione colturale e la biodiversità, coltivando preferibilmente sementi autoctone. In questo modo i nostri animali si possono cibare di quanto naturalmente viene prodotto in stagione (ad esempio orzo più rinfrescante d’estate, mais più riscaldante d’inverno ma anche favino, pisello proteico e cece foraggero al posto della super inflazionata soia).

 

Questo li rende più forti e sani, ma nello stesso tempo favoriamo una reale economia locale.”

Clicca per richiedere informazioni e acquistare i prodotti.

Informazioni